Ingredienti per 20 biscotti circa:

  • 100 g farina tipo 0
  • 150 g farina di farro
  • 80 g olio di girasole
  • 60 ml di acqua
  • 8 g di polvere lievitante (cremor tartaro)
  • 80 g di zucchero di canna
  • scorza grattugiata di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale rosa
  • confettura di ciliegie qb

Salsa di accompagnamento:

  • 30 g Gocce di Granato (cannella e chiodi di garofano)
  • 10 g sciroppo d’agave
  • acqua calda qb

Preparazione:
In una ciotola capiente mettere tutti gli ingredienti secchi e setacciare per evitare grumi.
Aggiungere alle parti secche anche la scorza di limone grattugiata. Unire le polveri ai liquidi e mescolare bene, fino ad ottenere un composto lavorabile con le mani. Trasferire il composto su un piano da lavoro, possibilmente in legno, e lavorare ancora fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Avvolgere il panetto con la pellicola per alimenti e lasciare riposare in frigorifero per almeno 1 ora. Nel frattempo preparare la salsa di accompagnamento facendo stemperare in un pentolino la gelatina di vino con un po’ di acqua calda e lo sciroppo d’agave, portare leggermente a bollore poi frullare con il minipimer fino ad ottenere una salsa liscia e omogenea e mettere da parte. Trascorso il tempo necessario, prendere l’impasto dal frigorifero, tirare una sfoglia dello spessore di circa 3mm e ricavare con degli stampini delle sagome del diametro di circa 5 cm. Ogni
biscotto è formato da una parte inferiore intera e una parte superiore con foro. Porre le sagome dei biscotti già in coppia su una teglia ricoperta di carta forno e infornare, cuocere per circa 20 minuti a 180° forno statico. Appena sfornati, prendere una sagoma non bucata e versare al centro mezzo cucchiaino di confettura poi appoggiare sopra premendo leggermente l’altra sagoma con foro, procedere così fino alla fine. Servire i biscotti con la salsa di gelatina di gocce di granato, cannella e chiodi di garofano.

Questa gelatina si presta per accompagnare ottimi biscotti di ogni genere e crostate. E’ deliziosa e delicata per arricchire e completare un dolce a fine pasto oppure nel brunch della domenica.

Ricetta by Chef Carla Casali
Fotografia Manuela Bonci